Inbound Marketing

Cos’è l’Inbound Marketing? È il miglior metodo per attrarre clienti, attraverso contenuti informativi di valore, articoli sul Blog e video, senza fare pubblicità.
Una metodologia un po’ diversa quindi dai classici annunci pubblicitari (outbound marketing), che spesso sono anche fastidiosi, ma molto efficace per creare relazioni durature con il tuo pubblico di riferimento e far sì che diventino testimonial del tuo brand.

Inbound marketing vs outbound marketing

L’outbound marketing, come ho già detto, è il modo classico di fare pubblicità con spot o annunci, proponendo contenuti che l’utente spesso non sta cercando che interrompono quello che sta facendo.

Mentre con l’inbound marketing proponi contenuti agli utenti che li stanno cercando, tipo risposte alle loro domande o soluzioni ai loro problemi, che andrai ad intercettare grazie alla SEO.

I vantaggi di una strategia di inbound marketing?

Già lo so, ora ti starai chiedendo, tutto bello ma quali vantaggi porta alla mia impresa!

  • Sicuramente ti fa risparmiare, con l’outbound marketing, quindi gli annunci pubblicitari, è necessario un investimento importante; Senza contare che ormai gli utenti hanno imparato a riconoscere gli annunci a pagamento, che spesso ignorano.
    Mentre con l’inbound marketing si possono creare contenuti quasi a costo zero che interessano veramente gli utenti.
  • Aumento della Brand Awareness, ovvero la conoscenza del tuo brand, grazie alla creazione di contenuti utili e di qualità, i potenziali clienti inizieranno a vederti sempre di più come un esperto affidabile nel tuo settore.
  • E quindi Visite al tuo sito e contatti di qualità (lead) che dovrai finalmente trasformare in clienti utilizzando i giusti strumenti.

Tutte Le fasi dell’inbound marketing:

Se hai ancora voglia di leggere andiamo a vedere nel dettaglio le 4 fasi di una strategia di inbound marketing:

_Attirare chi non ti conosce (estranei)

In questa prima fase dovrai farti conoscere attirando le persone “giuste”, cioè quelle che rientrano nel tuo target di riferimento, attraverso una serie di strumenti, Contenuti SEO friendly e Social.

I famosi contenuti, interessanti e di qualità

Il primo modo e alla base dell’inbound marketing per attirare i potenziali clienti sul tuo sito è creare contenuti interessanti, utili e di qualità con una certa regolarità che andrai a pubblicare sul tuo Blog… non hai un Blog? Forse è il momento di aprirne uno! Perchè? Se vuoi leggi il mio articolo.

Ma che contenuti pubblico sul Blog? Mi chiederai!.

  • Puoi scrivere una serie di guide approfondite su come risolvere un problema relativo o su come svolgere una determinata operazione nel tuo ambito lavorativo. Ti faccio un esempio, se sei un restauratore di pianoforti antichi, potresti scrivere una guida sul trattamento anti tarlo… molte persone che hanno un pianoforte potrebbero non essere a conoscenza di questo problema che affligge i pianoforti.
  • Articoli con curiosità, news e novità importanti nel tuo settore.
  • Ma anche dei video dove mostri te stesso mentre lavori, i video sono molto efficaci e “metterci la faccia” spesso fa la differenza.

Studia in modo approfondito il tuo target e scopri quali sono i temi che gli interessano, i potenziali problemi che potrebbe dover risolvere e i casi in cui il tuo prodotto o servizio potrebbe essergli utile.

Ti consiglio di prevedere un piano editoriale per programmare la pubblicazione dei contenuti con regolarità senza improvvisare.

Ricordati che il tuo scopo in una strategia di inbound marketing è quello di offrire contenuti utili e interessanti per farti conoscere e per diventare un punto di riferimento nel tuo settore, quindi evita o limita il più possibile gli annunci pubblicitari nei tuoi articoli.

La SEO

I contenuti sono importanti, ma vanno scritti bene! E qui entra in gioco la SEO (Search Engine Optimization) ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca, fondamentale in una strategia di inbound marketing per farti trovare dai potenziali clienti che fanno una ricerca su Google.

In poche parole dovrai ottimizzare tutte le pagine del tuo sito e i contenuti che pubblichi sul blog individuando le parole chiave più rilevanti e utilizzate per il tuo settore.

I social media

Per aiutare a diffondere e dare visibilità ai tuoi contenuti, una volta pubblicati sul Blog, li puoi condividere sui social, Facebook, Instagram ma anche Linkedin, sono l’ideale per farti conoscere, attirare l’attenzione di potenziali clienti e interagire con loro per aumentare l’engagement verso il tuo brand.

_Convertire le visite in contatti (lead)

I tuoi contenuti stanno finalmente attirando l’attenzione di persone interessate? Ottimo ora è il momento di convertire le visite in contatti, lead.

In questa fase di conversione l’obiettivo è quello di convincere l’utente a lasciarti un suo contatto attraverso una Landing page (pagina di atterraggio) ben strutturata, dove i tuoi potenziali clienti arriveranno quando cliccheranno su un tuo link.

Una landing page pensata per convertire deve essere chiara con pochi elementi, come un campo per iscriversi alla tua newsletter, o un form per richiedere informazioni, mi raccomando con pochi campi per non spaventare il visitatore.

La cosa fondamentale della landing page è la Call to Action, di solito un pulsante che invita il visitatore a compiere un’azione senza uscire dalla pagina, tipo “Iscriviti” o “scopri di più”.

Potrebbe aiutare, per convertire, offrire qualcosa in cambio del contatto.

_Chiudere, convertire i contatti in clienti

Se la tua strategia di inbound marketing funziona dovresti ottenere molti contatti, ma non è detto che tutti siano pronti ad acquistare da te, per alcune persone ci vuole più tempo, forse una settimana ma anche di più !

Che fare allora? Dovrai fare in modo che non si dimentichino di te e convincerli ad acquistare il tuo prodotto o servizio continuando a “nutrirli” con contenuti di valore; Il primo strumento è sicuramente l’invio regolare di newsletter.

Un altro strumento utile è il CRM (Customer Relationship Management) per la gestione dei potenziale clienti ma anche di quelli acquisiti; Ci sono degli appositi sofware che permettono, analizzando i dati su contatti e clienti, di migliorare le relazioni per guidare l’aumento delle vendite e fidelizzare.

_Deliziare e intrattenere

Sei contento perchè hai finalmento venduto il tuo servizio o prodotto? OK ma l’Inbound Marketing non finisce con la vendita, non abbandona i clienti va oltre perchè mantenere un buon rapporto con loro potrebbe portarli a parlare di te con altre persone diventando un testimonial del tuo Brand.

Ricordadi che è molto più facile vendere altro a chi è già tuo cliente, piuttosto che trovarne di nuovi, soprattutto di questi tempi.

Per deliziare i tuoi clienti ed intrattenerli puoi utilizzare una serie di strumenti:
Sicuramente attraverso i social, dove puoi interagire con i tuoi clienti e prestare assistenza, ma anche Whatsapp utilizzato ormai da quasi tutti.

Puoi Anche offrire dei contenuti informativi e gratuiti, solo per i tuoi clienti, attraverso dei Webinar, molto in voga in questi ultimi anni.

Per concludere

Ora dovresti aver capito cos’è l’inbound marketing, come funziona e quali sono gli strumenti da utilizzare per attirare i potenziali clienti e portarli a diventare promotori del tuo brand… puoi creare finalmente la tua strategia di inbound marketing e far crescere il tuo business online.

Inbound Marketing
Pubblicato in: SEO

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento