protocollo https

Il tuo sito risulta “Non sicuro” ?

Ancora oggi capita di vedere l’avviso da parte dei browser più utilizzati, come Chrome e Firefox, “sito non sicuro” con simboli allarmanti per i visitatori, tutto questo può danneggiare la tua reputazione sul web e di conseguenza il tuo business.

Anche il tuo sito web si trova in questa situazione e NON SAI da che dipende?
Una volta i browser non segnalavano se un sito web utilizzava il protocollo HTTP (non sicuro) o HTTPS (sicuro) ora si ed è anche un fattore di ranking SEO per il posizionamento di un sito web utilizzato da Google.

Quando acquisti il piano Hosting per il tuo sito web, la prima cosa da fare è attivare il certificato SSL (Security Socket Layer).

Non sai proprio di cosa sto parlando? La certificazione SSL è utilizzata per rendere sicuri gli scambi di dati su Internet; questo sistema protegge i dati trasmessi tramite il protocollo HTTPS, invece dell’http, tra il browser e il server, tra il tuo computer e il sito web che visiti, criptando le informazioni che inserisci (per esempio la tua password, o i tuoi dati bancari in caso di pagamenti online).

Se il tuo sito è già online e non hai ancora attivato il certificato SSL, lo puoi fare in qualsiasi momento dal pannello di controllo del tuo hosting. Ricordati anche di attivare la funzione che reindirizza tutti gli url http su https.

Ora i visitatori del tuo sito web saranno più tranquilli vedendo il “lucchetto” nel proprio browser e Google lo posizionerà più in alto rispetto a quelli non sicuri.

Se il tuo sito web risulta “non sicuro” e non riesci a mettere in pratica quello che ti ho detto… o non hai proprio tempo, allora contattami.

Pubblicato in: SEO
perché aprire un blog nel 2020

Perché aprire un blog

“Lo dovrei aprire per promuovere la mia attività… ma se non trovo il tempo di scrivere?”

E’ quello che mi ha risposto qualche giorno fa una mia amica alla quale ho proposto la creazione di un sito web con relativo Blog integrato.

Perché aprire un blog, ma dove lo trovo il tempo? E’ il dubbio di molti, per questo ho deciso di scrivere in questo articolo, le mie riflessioni sull’argomento Blog.

Alla mia amica, conoscendo bene la sua situazione, ho risposto che intanto potrebbe realizzare un sito vetrina, home page, chi sono, contatti, landing page, ed attivare il blog successivamente.

Questo in generale vale per tutti, se non sei un web writer di professione, ma un libero professionista, devi conciliare il lavoro con il tempo libero e per scrivere anche sul blog devi fare dei sacrifici !

In questi casi, gestire un blog non è un piacere, ma devi sapere che fa parte della tua strategia di web marketing.

Quindi se hai capito questo e vuoi fare sul serio, per trarre dei benefici non devi chiederti perché aprire un blog? Lo devi fare, punto! Pubblicando contenuti di qualità regolarmente.

Cosa intendo per regolarmente? Non dico di fare come Seth Godin, scrittore e imprenditore statunitense esperto di marketing, che scrive tutti giorni sul suo Blog dichiarando che l’aiuta a chiarire i suoi pensieri; In realtà non c’è una regola scritta sul numero di articoli da pubblicare, puoi iniziare con il minimo… 1/2 a settimana per aumentare strada facendo.

Cosa scrivere sul tuo Blog?

Prendi spunto da esperienze personali del tuo lavoro, quando parli con i tuoi clienti, dalle loro domande, il mio consiglio è quello di appuntare tutto, vedrai che gli argomenti non ti mancheranno mai.

All’inizio sarà dura, ma vedrai che i risultati arriveranno, il blogging, come tutte le strategie di content marketing, hanno un ritorno più lento rispetto ad altre attività di marketing… e avrai speso soltanto il tuo tempo.

Spero che questo articolo ti sia stato utile, se vuoi puoi lasciarmi un commento.

Pubblicato in: SEO